+39 3347389045

La magia di Santa Maria al Monte

2019-03-11

LA MAGIA DI S. MARIA AL MONTE

Un antico borgo rupestre sospeso il verde dei boschi e l’azzurro del cielo

Questo piccolo gioiello incastonato nella parte alta del comune di Forio si dona agli esploratori più tenaci e desiderosi di una maestosa tranquillità con l’autenticità e la generosità tipica di un luogo unico e sincero, dove l’anima contadina e la bellezza naturalistica si fondono dando vista ad uno scenario sospeso nel tempo. Salendo lungo la panoramicissima ed assolata strada si possono incontrare vecchi muri a secco in tufo verde (le tipiche “parracine”), le case di pietra e ricoveri di pastori e contadini. Ad accompagnarci sono i profumi delle ginestre e del finocchietto selvatico che cresce rigoglioso su questo versante dell’isola insieme all’esotico fico d’India. Tutti questi elementi si raccolgono intorno alla bianchissima chiesa dedicata a S. Maria che fu probabilmente costruita alla fine del Cinquecento ed è in parte scavata nel tufo configurandosi come uno dei più tipici esempi di “architettura rupestre”. Una vera e propria chiesa di pietra che ci accoglie con il suo sagrato dove c’è la possibilità di una piacevole pausa sulle panchine di pietra e di dissetarsi con l’acqua della cisterna anch’essa scavata nel tufo. Questa chiesa fu un importante punto di riferimento per la comunità contadina della zona assolvendo non solo alla funzione di luogo di culto ma anche di punto di aggregazione, di incontro nonché di raccolta in caso del pericolo rappresentato soprattutto dalle sanguinose incursioni saracene. Ancora oggi la chiesa è meta di un pellegrinaggio per la festa celebrata ogni anno il 12 settembre che vede la partecipazione di un gran numero di fedeli provenienti da tutta l’isola. Alle spalle della chiesa parte il sentiero per raggiungere l’Epomeo e il Bosco della Falanga, un percorso caratterizzato da scalinate di pietra e mura di cinta che un tempo dovevano delimitare le zone coltivate a vite. Già nel Settecento le viti lasciarono il posto ad una piantumazione in castagni, che caratterizzano questo bosco dove non è raro incontrare ancora oggi i taglialegna che caricano i loro “ciucci” per scendere a valle con il loro prezioso carico, oppure pastori che portano il loro piccolo gregge di capre a pascolare. Uno scenario bucolico che sembra appartenere ad un’atra epoca in cui si respira aria di vera montagna e si può anche trovare un momento di religioso ristoro.

Share on:

Richiesta informazione

Per inoltrare una richiesta di prenotazione, chiamateci al 3347389045. Oppure inoltre una email, compilando il seguente modulo e ti risponderemo entro 24 ore

Accetto informativa privacy

Social

Categorie

Articoli correlati

Dintorni

Tripadvisor, tutti dicono "I love Ischia"

31/03/2019
Ad affermarlo stavolta è Tripadvisor in occasione del premio Traveler’s Choice per le Destinazioni 2019 Leggi
Dintorni

Altro che Capri, è Ischia l'isola da scoprire!

13/03/2019
Altro che Capri, è Ischia l'isola da scoprire! Leggi
Dintorni

La magia di Santa Maria al Monte

11/03/2019
La magia di Santa Maria al Monte Leggi